Blog: http://gogobub.ilcannocchiale.it

Bringebærsyltetøy

Ho in mano un piatto con pane ai cereali e ai semi di zucca, accompagnato da una squisita marmellata. Non ne ho mai mangiato di più deliziose. Trotterello verso il mio tavolo, sono le 7:30 del mattino. Stamattina siamo riusciti a prendere un tavolo vista mare, mare nero, cielo nero e nuvole basse. Pazienza, me lo aspettavo. La filodiffusione è davvero discreta, la senti e non la senti, parlano tutti a voce bassa. Questi tavoli sono tutti uguali, il mio qual è? Mi arriva una parola, una nota. Non sono più dove sono, ma è il mio compleanno. E quella nota fa parte del mio regalo. Non è una canzone che mi sarei aspettata di sentire qui, tra banconi di omelette, fagioli e aringhe. Mi sono persa. Non troverò mai più il mio tavolo. Oggi vuoi proprio piovere. Pazienza, me lo aspettavo, sei bella lo stesso. Allungo il percorso fino al distributore di succo di mela, perchè non mi posso sedere finché non sará finita. Basterebbe che gli altri ospiti facessero più casino con le posate e la musica non si sentirebbe più. Ma non accadrá, non qui. Quella lì è la mia borsa. Cielo nero, cuore pesante, mare nero. Pure il vento! Ho il piatto pieno di lamponi e fragole.  Una meraviglia. Devo fare dei bei respiri profondi, altrimenti non riuscirò a mangiare, ergo a resistere fino al pomeriggio, ergo a fare quello che sono venuta a fare. Voi non sapete, lamponi e fragole, quanto vi amo.

Pubblicato il 31/3/2016 alle 10.8 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web